Sigarette Smetterecolfumo.com
Informazioni su come smettere di fumare e principali danni del fumo.
Divieto di fumo

Smetterecolfumo.com

Smettere di fumare

Dipendenza

Nicotina

Il fumo di tabacco

Donne in stato di gravidanza

Contatti

 





Pianta di tabacco


Danni fumo nelle donne in gravidanza

La condizione di una donna in attesa di un bambino è conosciuta come stato di gravidanza. La gravidanza ha inizio quando un ovulo, fecondato da uno spermatozoo, s’impianta nella cavità uterina. Si conclude con la nascita che avviene 9 mesi dopo la fecondazione.
Una donna in stato di gravidanza non è una donna malata, al contrario sta per mettere alla luce una nuova vita, ma la gravidanza è un periodo particolarmente vulnerabile per una futura mamma e per il piccolo che metterà al mondo.
Il fumo di sigaretta e l’atto in sé di fumare sono molto nocivi per la madre e il suo bambino, poiché i principali componenti del tabacco oltrepassano la barriera costituita dalla placenta e raggiungono il feto. Ciononostante, si stima che circa il 70% delle donne fumatrici in Europa continua a fumare durante la gravidanza e la maggior parte di coloro che smettono di fumare durante la gravidanza, riprendono subito dopo la nascita.
Il consumo di tabacco in una donna incinta può essere calcolato in maniera precisa attraverso il dosaggio della cotinina che rappresenta l’80% del prodotto di trasformazione della nicotina all’interno dell’organismo umano. Essa si trova in ogni ambiente biologico (sangue, urine, saliva, latte, capelli, liquido amniotico). La cotonina si può trovare nel feto e nel liquido amniotico nel 30-45% delle donne fumatrici in stato di gravidanza.
In breve, il tabacco provoca un’alterazione non solo nella fertilità delle donne, ma anche in quella degli uomini e per una donna incinta esso aumenta il rischio di una gravidanza extrauterina, di metrorraggia, di un parto prematuro, di ritardi nella crescita intra uterina, della morte del feto e di malformazioni. Il tabacco provoca anche dei problemi dopo la nascita e il bambino può incorrere in disturbi dello sviluppo psicomotorio e cognitivo.
Le donne fumatrici in stato di gravidanza hanno degli aborti spontanei tre volte più frequenti delle donne non fumatrici. Il livello di mortalità prenatale aumenta dal 50 al 150% e il rischio di un’improvvisa morte in culla raddoppia nelle coppie fumatrici.
La donna fumatrice in stato di gravidanza è anche soggetta a problemi di salute orale, al rischio di smagliature cutanee, a un’eccessiva cicatrizzazione dopo il parto cesareo e a cambiamenti in certi parametri biologici, come i livelli di zucchero e d’insulina nel sangue.